esbat gennaioErbe: maggiorana, vischio, noci, pigne e ginepro

Colori: bianco brillante, blu violetto, nero

Fiori: bucaneve, crocchi

Profumi: muschio

Pietre: granato, onice, gaietto, crisopazio

Alberi: betulla

Animali: lupo, volpe, pipistrello, lontra

La Luna del Lupo è il nome con cui ci si riferisce alla prima Luna dell’ anno. E’ nota anche come Luna della Neve, Luna Fredda, Luna che Gira il Vento, Luna del Brano, Vecchia Luna o Luna del Grande Inverno. Il nome ricorda come, nei freddi mesi invernali, i branchi di lupi si avvicinano ai piccoli paesi di campagna alla ricerca di cibo, facendo udire il loro ululato nelle notti di Luna Piena. E’ una Luna di inizio , quindi le energie ed il potere scorrono lenti e addormentati sotto la terra ghiacciata. Si ritiene sempre opportuno conservare l energia lavorando per coloro che all interno del nostro Cerchio, siano questiwolf1 amici o familiari, sono in difficoltà. E’ molto importante aiutare coloro che fanno parte del nostro branco, esattamente come i lupi. I lupi appartengono ad una specie monogama, fedeli alla propria compagna per tutta la vita e sono animali sociali che vivono in branchi la cui organizzazione ricorda quella umana. Verso la fine di Maggio le femmine partoriscono i cuccioli, ed i maschi aiutano nella cura dei piccoli del branco. A poco a poco i piccoli iniziano a seguire i genitori nei loro spostamenti e gli viene trasmesso il patrimonio culturale del branco. Raggiunta la maturità sessuale possono unirsi a nuovi branchi o colonizzare nuovi territori con una femmina alla quale saranno fedeli per sempre. Questa Luna ci invita ad approfondire le analogie che abbiamo con questi animali. Nel periodo di gennaio, con la caccia che si riduce e con la neve che copre il territorio, i lupi si ritirano nelle tane  e trascorrono il tempo in ambito familiare. Anche per gli uomini questo è il tempo di accendere il camino, passando del tempo con i nostri cari e sentendo il calore della vita familiare, che può estendersi oltre il legame di sangue. Si dovrebbe provare a concederci di godere della compagnia di chi amiamo e se ci sono problemi questo è un buon momento per cercare di risolverli. Così come i lupi nelle loro tane si riscaldano e conservano le energie, anche noi possiamo cercare la nostra forza nel calore e nell affetto delle persone a noi care. La natura in questo mese affronta il momento più freddo e duro: la terra di gennaio è spoglia e la vegetazione pare avvolta in un sonno profondo, molti animali vanno in letargo e tutto è avvolto da una patina di ghiaccio che da senso di immobilità. Le energie non sono davvero addormentate, ma rivolte verso l interno, in una concentrazione che è il preludio dei risultati che si manifesteranno in Primavera. Per questo è il momento per rivogere le nostre attenzioni a noi stessi, dentro di noi, ascoltando il proprio Io in intimità. 

wolf2Ci sono una serie di suggerimenti per festeggiare questo Esbat.

  • Come già detto il nome di questa Luna deriva da due motivi: il primo è che i lupi si avvicinavo in inverno ai villaggi per cercare del cibo e il secondo motivo ha a che fare con la famiglia e lo spirito di solidarietà tipico di questi animali. Quando la Luna del Lupo si leva nel cielo è necessarie fare propria la lezione di questo predatore. E’ il momento di trascorrere del tempo con la propria famiglia, che sia questa di sangue o meno, ricordando ciò che si è e a chi si deve. Anche gli Dei sono una famiglia, e vanno ricordati e ringraziati.
  • Nel Cerchio vengono indossati abiti colore bordeaux o rosa, a simboleggiare lo spirito di solidarietà e di comunione.
  • L’ altare, soprattutto quello fisso dove in genere vengono svolte delle devozioni quotidiane, viene decorato con foto di familiari, amici, ricordi, occasioni speciali e con delle mele.
  • Durante la creazione del Cerchio lo si può aspergere con un ramo di pino a simboleggiare la rinascita.
  • Per il Banchetto viene preparato il succo di mele e dei biscotti.

Incantesimo delle Sei Mele

E’ un incantesimo che serve a rafforzare o a riparare un legame con qualcuno a noi caro. Servono circa sei mele da caricare con il nostro intento, recitando qualcosa di simile: ” Mele rosse, dense e succose, che l’ armonia tra (nome) e (nome) sia assicurata e subito legata e realizzata. Che la mia richiesta venga presto ascoltata” Le mele vengono poi tagliate in diagonale per rivelarne il cuore a forma  di pentacolo. Vengono disposte su un foglio di cartaforno  e cotte per 2h a 150°, dopo averle spolverate abbondantemente con della cannella. Dopo cotte vengono infilzate in un uncino di rame, aggiungendovi delle decorazioni come dei fiocchi rosa o rossi, e appese in un punto della casa un po’ riparato. Il rame, invece di disporlo ad uncino, può ricreare una forma circolare in cui vengono inserite mele e fiocchi, formando una specie di ghirlanda. La forma circolare richiama l’ unione e l’amore. Le mele possono anche essere spennellate con zucchero e caramello. Dopo qualche giorno vengono donate (senza rame e fiocchi) agli animali in un bosco.

aglaia hirschlauf

www.ilcerchiodellaluna.it/

L’ Arte della Strega di Dorothy Morrison

Blog di Skayler Nattfodd Hulver

Annunci