e4498bd24bda578142f7d7bbf9ebde93

Erbe: agrifoglio, edera, vischio e abete

Colori: rosso sangue,bianco e nero

Fiori: vischio, agrifoglio

Profumi: violetta, patchouli, geranio, incenso mirra

Pietre: peridoto, serpentina, giacinto e crisalide

Alberi: quercia, abete, pino e agrifoglio

La mitezza dell Autunno ha ormai ceduto il passo al freddo ed il vento ha  staccato dai rami le ultime foglie che adesso ricoprono la terra spoglia, nel momento del suo riposo. Come la terra ha lasciato tutti i suoi ornamenti  e scende il buio, anche noi siamo scesi nel mondo interiore ma siamo pronti alla Rinascita. E’ infatti nel sonno invernale che nascono i semi dei progetti futuri. La discesa nel mondo delle Ombre e’ un appuntamento che nella prima parte dell inverno non manca mai e puo’ anche essere sfibrante per molti di noi. La Luna che illumina queste notti e’ chiamata Luna della Quercia. Altri nomi sono Luna Amara, Luna Pesante, Luna delle Lunghe Notti, e Luna degli Alberi Spogli. Le riflessioni di questo periodo sono ispirate dai momenti aspri e faticosi tipici di questo momento dell anno. D inverno la vecchie querce esibiscono una chioma esausta, ma non vinta, ancora salda e sempreverde, resistendo fiere al loro posto. Qualcuno ha mai guardato una Quercia in questa stagione? Affonda il tronco solido nella terra desolata, con vasti fasci di radici che la sostengono e lo nutrono. Sono un significativo esempio di come si possono attraversare le stagioni della nostra vita irrobustendoci. Sa che le tempeste non durano e come il buio dell inverno tutto ha fine. Se  pure arriva una calamita’ la Quercia sa che la terra sara’ ancora piu’ fertile, una volta rimarginate le ferite. Per quanto possiamo essere stanchi cerchiamo di essere come le vecchie Querce, che con la loro solidita’ aspettano e osservano il passare del tempo, attendendo la Primavera. Per gli antichi gli alberi non erano solo un elemento vegetale, ma una presenza sacra, essenza del Divino. Inoltre, nella mitologa slava, e’ propria una Quercia a costituire l Albero del Mondo, l’impalcatura su cui si orientano i Tre Regni: il Jav, il Nav ed il Prav.  La Quercia per la robustezza del suo legno e per il suo aspetto maestoso e’ stata considerata simbolo della forza, della resistenza, della perseveranza e della virtu’ eroica.  Secondo antiche leggende germaniche e serbe e’ un ciocco di quercia che andrebbe fatto ardere sul fuoco in questo periodo, poiche’ la pianta e’ simbolo di rinascita, di avvento, di luce dopo il buio, oltre che a proteggere la casa e i suoi abitanti se eed008e2780a26bc66a2e5d1d55a2ca5piantata di fronte all abitazione.  La Luna della Quercia e’ femminile, misteriosa, introspettiva e depositaria di segreti e disegni che solo leiconosce e vede dall alto; e’ la custode delle trasmutazioni.

“Fili d’ argento per legare i tuoi sogni
alle fragili fogli di una salda Quercia.
Ma tu, Luna crudele, di chi rubi il respiro
 per nutrirti di vita nell ordire la trama di voci nascoste,
per morire a te stessa e rinascere
piu’ nera di un corvo,
piu’ bianca del giglio,
piu’ rossa del drago?”

Prendiamo coraggio perche’ piu’ di tutte questa e’ la Luna che simboleggia la forza, giocosa e femminile. L’ energia della Quercia e’ condensata nella ghianda. A partire dal 23 Dicembre le giornate inizieranno ad allungarsi e il sole salira’ piu’ alto rispetto all’ orizzonte. L animale totemico di questo periodo e’ la cerva, anche perche’ rappresenta l aspetto materno della femminilita’. CI sono una serie di suggerimenti per festeggiare questa Luna. Nel Cerchio si possono indossare abiti bianchi o gialli per celebrare il ritorno lento del sole. L altare ed il Cerchio vengono decorati con vischio, agrifoglio, salice, quercia e ghiande. Le candele usate sono bianche e si possono aggiungere anche delle candele gialle. Per il Banchetto sono ideali i biscotti allo zenzero, succo di mele o sidro speziato. E’ un momento ottimo per incantsimi di allontanamento di persone, corse o abitudini che ci recano sofferenza.

aglaia-hirschlauf

Annunci