Non so se avete su facebook amici cristiani (sicuramente) e se avete provato mai a fare critiche costruttive e non magari offese sterili alla religione cristiana. Specifico critiche costruttive perché da pagana ammetto che nel Cristianesimo e chiaramente tra i Cristiani ci sono esempi di altissima umanità, fratellanza e carità verso il prossimo. Chi definisce il Cristianesimo  una piaga senza argomentare non è molto diverso da quei cristiani che ci additano come adoratori del diavolo senza essersi mai informati. infatti il messaggio di pace,  uguaglianza, amore il prossimo e fratellanza espresso nel Vangelo da parte di Gesù sarebbe la base per un mondo utopico ed ideale.

Purtroppo il Cristianesimo non è tutto rosa e fiori come viene descritto.  Quando ad oggi si parla di terrorismo ci viene in mente Osama Bin Laden, I talebani e ad oggi l’ ISIS. Gli occidentali cristiani sono infatti fieri del fatto che la religione cristiana non si è macchiata nell ultimo secolo e nel nuovo millennio di attacchi terroristici e di crimini contro l’ umanità. Quando, discutendo con alcuni ho affermato il contrario supportando le mie dichiarazioni anche con prove, ho notato un completo rifiuto della realtà.  Oggi voglio proprio sensibilizzare il più possibile le persone sulle molte vittime che ha lasciato dietro di sè il Terrorismo Cristiano. Spero così di rendere note le molte vittime dimenticate e di far capire che alla fine su questa terra siamo davvero più o meno tutti uguali e umani , sia nel bene che nel male.

Non parlerò della caccia alle streghe perché avvenuta molto nel passato. Non che questo renda meno grave e disumano ciò che è accaduto ma quando ho detto ad alcuni cristiani che invece sì, hanno fatto spargimenti di sangue anche loro, mi è stato risposto: eh sì, ma era il medioevo, nei tempi moderni non è mai successa una cosa del genere! E invece si, purtroppo. Tralascio Adolf Hitler perché, sebbene sia stato battezzato e cresimato, il genocidio commesso ai danni di omosessuali, rom e ebrei, non è stato fatto in nome della religione. Inoltre Hitler in età adulta divenne sprezzante verso il cristianesimo e per il mantenimento del potere ha sempre rimandato uno scontro aperto con la Chiesa. Goebbels nel 1941 scrisse nel suo Diario che Hitler: “odia il cristianesimo, in quanto ha paralizzato tutto ciò che di nobile c’è al mondo” e il nazismo aveva comunque l’ obiettivo di eradicare o quantomeno sottomettere all’ ideologia il cristianesimo. (Fred Taylor Translation, The Goebbels Diaries 1939.1941”, 1982). Quindi tralasciamo Adolf Hitler.

Cosa è il Terrorismo  Cristiano?

Il Terrorismo Cristiano comprende atti di terrorismo compiuti da gruppi o individui che citano obiettivi o motivazioni da loro interpretati come ‘cristiani’, o entro un contesto di base di violenza tra diverse fazioni e/o pregiudizi quali l’intolleranza religiosa. Come altre forme di terrorismo religioso, i terroristi cristiani hanno indicato interpretazioni di principi di fede – in questo caso interpretazioni del Vecchio Testamento (bibbia) – come propria ispirazione per giustificare violenza e omicidi.

Genocidi e pulizie etniche

Qui di seguito vi elenco alcuni crimini contro l’ umanità e attacchi terroristici comessi dagli anni 80 al 2000 e di cui non si parla. Perché se a tagliare una gola è un musulmano è molto più grave (e fa più audience) di quando a farlo è un esaltato che lo fa nel nome di Gesù

-ATTENZIONE-

-ALCUNE IMMAGINI POTREBBERO URTARE LA VOSTRA SENSIBILITÀ –

Rwanda: il più grande massacro etnico della storia contemporanea è stato commesso durante i genocidi di massa della guerra in Ruanda, che ha portato a circa 800.000 morti in una guerra che è stata definita dalle nazioni unite un genocidio.

© Albert Facelly - Agence Sipa Press Rwanda - Goma : le GénocidePochi sanno, però, che il genocidio è stato portato a termine dai Hutu, prevalentemente di fede cattolica e da sempre molto vicini alla Chiesa Secolare, che sterminarono l’etnia Tutsi. Il genocidio avvenne non solamente con la conoscenza della Chiesa Cattolica, ma con la cooperazione diretta dei vescovi e preti locali come padre Wenceslas Munyeshyaka, ritratto più volte brandendo una pistola e unito Lle milizie Hutu. Condannato in Rwanda “in absentia” per genocidio e stupro e con una sentenza a vita, il Tribunale Internazionale Criminale del Rwuanda ha provato ed estradarlo più volte, ma la chiesa cattolica francese si è sempre rifiutata negando l’estradizione. padre Athanase Seromba che ordinò personalmente la demolizione tramite bulldozer della sua chiesa in cui aveva appena chiuso, sprangando le porte, 2.000 civili. I monaci cattolici lo aiutarono a fuggire e, cambiato nome, servì per lungo tempo in Toscana come sacerdote di una comunità. Dopo che il suo coinvolgimento fu svelato, Il Magistrato incaricato per le indagini dal Tribunale Internazionale, Carla Del Ponte, accusò ripetutamente il Vaticano di fare ostruzionismo sulla sua estradizione per essere giudicato: la risposta del Vaticano fu che il prete “stava facendo un ottimo lavoro” in Italia.

Uganda: l’Esercito di Resistenza del Signore, un esercito di guerriglieri ultra-cattolici impegnati nella ribellione armata al governo del 2005 si è resa responsabile direttamente di un numero imprecisato di omicidi (tra i 5.000 e i 20.000) e dell’esodo in fuga di oltre 300.000 persone.

imagesAccusati di crimini contro l’umanità, compresi massacri, rapimenti, mutilazioni, torture, stupri, messa in schiavitù a fini sessuali. Il movimento religioso guidato da Joseph Kony si auto-dichiara fondamentalista cristiano, contro all’Islam e a favore della creazione di una teocrazia basata sui Dieci Comandamenti.
-Centro africa: Nel Febbraio 2014 Amesty International ha denunciato con forza i massacri della forza composta da cristiani ed animisti anti-Balaka che in Africa centrale sta massacrando la minoranza musulmana .

big_artfichier_811130_5747534_201606112258610
Milizie cristiane

Nel solo mese di gennaio le vittime stimate sono oltre 1.000, ma alla fine dei conteggi del conflitto che dura ormai da anni le vittime saranno presumibilmente decine di migliaia. (solo questi tre esempi saprebbero rispondere alle domande che molti si pongono sul perché molte persone emigrano e fuggono dall’ Africa)
-Bosnia, Srebrenica: nel 1995 Ratko Mladic uccise 8372 civili musulmani. Anche se non era ancora l’ epoca dei social network si sono filmati.

Massacro di Srebrenica
Uomini bosniaci, civili. COME ERANO
srebrenica
COME SONO

Nei meandri bui del web potete trovare i loro filmati mentre, ridendo, sparano a degli adolescenti o a degli uomini che poi cadono in delle fosse comuni.

Karantina, Tel al-Zaatar, Sabra e Shatila: da parte dei Cristiani Maroniti perpetrati ai danni dei musulmani palestinesi e libanesi a Karantina (1.500 vittime civili) e Tel al-Zaatar (3.000 vittime civili).

sabra3.gifNel 1982 il massacro di Sabra e Shatila fu perpetrato dalla milizia Cristiana che massacrò 3500 palestinesi. L’episodio, classificato dalla Assemblea delle Nazioni unite come Genocidio fu documentata da fotografi inglesi che descrissero la folla armata come cristiani, che si auto-definivano tali, e brandivano crocifissi durante il massacro.

Terroristi Cristiani

Anders Behring Breivik: nel 2011 è stato arrestato ed incriminato per terrorismo a seguito di un attentato con autobomba a Oslo e della strage a mano armata nell’isola di Utøya, in cui uccise 77 persone.

Norwegian mass killer Breivik gestures as he arrives at the court room in Oslo Courthouse

Spontaneamente auto-dichiarato come Cristiano Protestante, anti-multiculturalista, anti-marxista, anti-islamista. A Utoya uccise per lo più europei che si erano radunati sull isola per  una manifestazione studentesca
Eric Robert Rudolph: membro del movimento ultracattolico Christian Identity è autore di diversi attacchi terroristici:

eric_rudolphl’attentato alle Olimpiadi di Atlanta presso il Centennial Olympic Park nel 1996 con 111 feriti ed un morto; la bomba ad una clinica per aborti ad Atlanta del 16 Gennaio 1997; la bomba all’Otherside Lounge, un bar per clientela lesbica, del 21 Febbraio 1997 (vi ricorda per caso un recente attacco terroristico?) la bomba alla clinica per aborti di Birmingham, Alabama del 29 Gennaio 1998; l’uccisione di Robert Sanderson, poliziotto di Birmingham e guardia part-time di una clinica abortistica

Credo di aver scritto abbastanza. Adesso sarei felice di sentire cosa ne pensate voi, e spero che le immagini postate non vi abbiano eccessivamente turbato. A mio avviso parlare di spiritualità è ancora troppo troppo troppo complicato, e ancora più complicato è aprire un dibattito o uno scambio di idee su fatti di cronaca che coinvolgono la religione e le derive estremiste. Per molti è meglio negare che determinati fatti siano avvenuti, convincendosi che solo gli altri, gli estranei, i cattivi, siano in grado di compiere tali scempi. pensare che solo ISIS commette dei crimini fa sentire i cristiani dalla parte dei buoni e gli permette anche di scagliarsi magari contro l’immigrato musulmano, o per lo meno di essere in una posizione di superiorità conferitagli dalla sua Integrità religiosa e dalla bontà insita culturalmente nella sua dottrina morale. riconoscere che invece tra le file dei cristiani ci sono invasati come  nelle file dei musulmani trascinerebbe i cristiani lontano da una sorta di bontà superiore e questo spaventa terribilmente chiunque o comunque tutti coloro che negano e ignorano tali stragi fatte nel nome dallo stesso Dio che pregano nell’ intimità delle loro normalissime vite. E questo,  a pensarci bene, farebbe paura a chiunque.

Nonostante ciò a mio avviso non dobbiamo ricordare solo le vittime di alcune religioni ma anche le vittime della religione Cristiana

Don’t forget

aglaia-hirschlauf

Vi consiglio di guardare i video di Lunaria su youtube per delle approfondite analisi di alcuni tesi cristiani in merito alla figura della donna

Terrorismo: http://mgpf.it/terrorismo-cristiano

Annunci